mercoledì 28 marzo 2012

libri di lettura

Ieri sera, dopo essermi immersa in tanta bellezza sia straniera, che italiana, ho avuto la malaugurata idea di guardare uno specchio. Accidenti! Mi sono depressa talmente tanto, che aspettavo qualcosa di allegro per tirarmi su. E Donatella è arrivata con un articolo pieno di bellissime immagini. Immagini che non mi deprimono perchè non c'è confronto.....e lo specchio vada a farsi benedire!!! Ecco Donatella:

E’ proprio così … i libri di lettura a volte sono un po’ giocherelloni .. si presentano con una bella copertina specialmente su ebay o sul banchino del venditore mescolati a tutto quel  bric and brac , odds and endsdi tutto un po’ come  si  direbbe in italiano ..

Si è talmente presi dalla gioia di comprarli perché è così raro trovarne che si sfogliano un po’ di corsa e poi a casa , riguardandoli con più attenzione , non sono all’altezza delle aspettative . Magari la copertina l’ha disegnata uno dei migliori e poi dentro c’è un medley di disegnatori neanche riportati come collaboratori .

Ma va bene lo stesso , almeno per me ..che non riesco mai a vederne troppo i difetti , perché tutti rispecchiano quei tempi  così lontani ma indimenticati ,  quando la maestra era un riferimento , dopo  la mamma e i contenuti  sottolineavano  valori , oggi ,purtroppo perduti

La scuola cominciava in ottobre e da lì inziava il susseguirsi dei mesi con le caratteristiche tipiche , i lavori della terra , le festività  fino ad arrivare a giugno alla vigilia delle vacanze . La fine della quinta  era  l’addio alla scuola  , alla classe , ai compagni , soprattutto al maestro .. Spesso il libro finiva proprio con il brano tratto da ‘Ricordi di scuola’ del grande Giovanni Mosca , che io avrò letto non so quante volte senza stancarmi mai .. Quel maestro  fuori dalla scuola con la cravatta sgualcita , la camicia dalla quale i ragazzi hanno strappato qualche bottone per tenerlo per ricordo … Martinelli , il più inquieto ma fantasioso che si commuove ..

Mia madre mi comprava il libro prima e io a ottobre lo sapevo già tutto a memoria , mi è sempre piaciuto leggere . Chi non si ricorda questi libri ? Ecco alcune copertine ..magari tra queste c’è proprio quello che abbiamo usato e di cui avevamo dimenticato  titolo e resto .. Ne scelgo alcune …chissà !!






































Un po' di tempo fa ho trovato in internet un sito che parlava di questo libro:



mi pareva attinente a questo argomento e la copertina mi pareva bellissima. In libreria non l'ho trovato e quando ho ricercato il sito per avere ulteriori informazioni, era sparito!!! Peccato!







7 commenti:

  1. Accidenti Dindi , ci fanno un figurone le nostre copertine !! Sono fiera dei nostri tesori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Complimenti, sono bellissimi! Ho cercato un sito come questo per tanto tempo... mia madre cerca da una vita il suo libro di I elementare: si intitolava Evviva ma non riesce a ricordare altro. Su internet non ci sono notizie... Voi potreste aiutarmi? Il suo sogno sarebbe ricomprarlo ma se non fosse possibile sarebbe felicissima anche solo di poterlo rivedere. Se potete aiutarmi in qualsiasi modo, anche solo dandomi qualche informazione in più, vi prego di contattarmi all'indirizzo ass.dege@gmail.com
      Grazie infinite e complimenti per il vostro lavoro

      Elimina
  2. mamma mia che belli questi libri!!!!
    stupendi!
    baci
    tania

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia........ avere un tesoro così !!! Ma del volume "Mamma" della classe seconda elementare si può vedere qualche pagina interna? Grazie Franco ('47)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so come inserire qui le immagini. Vai su facebook, nel gruppo clandimariapia, te le posto

      Elimina
    2. Grazieeeeeee. Franco

      Elimina
  4. Meraviglioso questo post carissima Dindi, sono appena rientrata dalla fiera di Cesena "C'era una volta... Antiquariato" che oggi ospitava un padiglione dedicato alle vecchietto pubblicazioni. Molto antiquariato vero e proprio, alcune illustrazioni sciolte deliziose... Ma pochi scolastici degli anni 50 e 60. Il fatto è che - come notavo tu tempo fa - non esistono database su questi libri, che il più delle volte vengono acquistati in stock dai mercanti che finiscono per accumulare... Senza sapere poi esattamente nemmeno loro cos'hanno. E forse questa mancanza di strade segnate rende ancora più appassionante la ricerca. Ti mando un caro abbraccio, con affetto. Bettina

    RispondiElimina