giovedì 17 maggio 2012

Punto croce Mon amour: Digione

La prima a visitare la mostra di Digione, in Borgogna , è stata Dindi e ne è rimasta piacevolmente impressionata. Come souvenir, oltre a un paio di bottiglie di ottimo vino d'annata, mi ha portato una cartolina con la riproduzione della locandina preparata per l'esposizione.


Insieme alla cartolina  c'era anche lo schema del ricamo e come potevo fare a meno di realizzarlo?


Sembrava un lavoretto semplice , e in realtà lo era, ma le sue dimensioni sono risultate decisamente superiori alle aspettative, per cui ho impiegato un'estate intera per portarlo a termine.
Nel 2010 Dindi e Giorgio sono ritornati in Borgogna e sono stati così carini da offrirmi un passaggio. Per me è stata un'opportunità davvero fantastica, non solo per la mostra di ricamo, di cui vi dirò più avanti, ma per tutte le cose gradevoli che ho visto e sperimentato in quei giorni.
Ho già avuto modo di dire che Dindi ha grandi capacità organizzative, lo provano le incursioni parigine, e riesce sempre a trovare i posti "giusti" per le soste più o meno prolungate.
Questa volta ha trovato un'antica villa, in realtà un piccolo maniero, immersa in un grande parco, trasformata dai proprietari in albergo per pochissimi ospiti.























Nonostante la dimora mostrasse i segni dell'età, dall'arredamento e dalla cura dei dettagli trasparivano il buon gusto e l'amore per le cose belle della padrona di casa , tanto da creare una sensazione di grande benessere.
Il piano terra era allestito come un grande atelier pieno di oggetti preziosi, confezionati o realizzati dalla stessa proprietaria.

























  Direi che come aperitivo prima della mostra di Digione, ce n'è abbastanza per far venire l'acquolina in bocca. Non andate via, tra poco servirò la prossima portata.....

1 commento: