martedì 29 maggio 2012

Anna Franzoni e i suoi bimbi

Abbiamo parlato degli angioletti di Mariapia dividendoli in due serie ben distinte e domandandoci se la disegnatrice fosse davvero sempre lei....Vorrei avere qualche angelo disegnato da Anna, per poter tentare un confronto, ma nei libri che ho io ci sono solo bambini e animaletti. Il confronto si può fare ugualmente?  Io non sono in grado di dare un giudizio, ma pubblico un po' di disegni per chi ha più occhio di me:





                                                                                








Anche Anna, secondo me, ha due tipi di bambini. Quelli sopra e questi:









mi sembrano bambini meno paffuti, più "adulti", non so....forse col passare del tempo le mode sono cambiate e così i bimbi delle illustratrici. Oppure una maggior maturità dell'artista provoca questi cambiamenti.
E che dire di queste illustrazioni di fiabe, sempre a firma di Anna?:










forse in questo caso la differenza è data dal fatto che le protagoniste delle fiabe non sono bambine, ma giovinette....
Se qualcuno (Lilia???) è in grado di spiegarmi, sono tutta orecchie!














3 commenti:

  1. Mia cara, non lo so! Hai troppa fiducia in me! L'unica cosa sicura (e tu l'evidenzi bene) è che le nostre care illustratrici hanno cambiato stile nel corso della loro carriera artistica. Vale per Anna, per Mariapia, per Felicitas...
    E le forme dei loro bimbetti sono diventate sempre più spigolose. Forse, forse erano più graziosi e accattivanti i bimbi dehli anni 50. O no? Questione di gusti!
    Lilia

    RispondiElimina
  2. Preciosas ilustraciones. Acabo de descubrir tu blog y me encanta todo lo que veo.
    Muchísimas gracias por compartir.

    RispondiElimina