sabato 8 marzo 2014

Perla Panetta







Da:http://www.larivieraonline.com/perla-panetta-una-vita-l%E2%80%99arte


Perla Panetta nasce a Gioiosa Jonica il 16 maggio 1923 da Giovanni, insigne scultore e da Aurora Murizzi, figlia di Rocco Bruno Murizzi, anch’egli noto scultore, originario di Trelisico. Si tratta, dunque, di figlia d’arte che ha saputo abilmente coniugare grandi qualità artistico-letterarie, spaziando dalla poesia alla fiabistica, dalla narrativa alla musica, dal paesaggio alla ritrattistica, dal restauro delle opere sacre all’affresco, anche di grande formato.......

Nelle sue opere si scopre la radice dei grandi del passato, il senso della musicalità e della grazia, della felicità estetica, tutta sofferta ed interamente goduta nei suoi attimi fuggenti. Il senso pittorico, il colore sapientemente dosato, l’armonia della composizione, lo stile intenso come sintesi emotiva, una espressione viva e moderna in quanto spirito e che pertanto nella prospettiva storica della pittura trova un suo posto ben determinato, notevolissimo”........ 

Perla Panetta si è manifestata valida scrittrice. Il suo primo romanzo Perché l’hai fatto amore?, pubblicato nel 1968 dall’editore Gastaldi di Milano, ha riscosso grande successo tanto da meritare il primo premio assoluto al Concorso letterario Eco della ribalta a Napoli. Un altro romanzo Angeli senza paradiso - Rondini senza nido, pubblicato nel 2002, ma scritto molto tempo prima, ottenne il primo premio assoluto, con medaglia d’oro offerta dal Ministro per il Turismo e Spettacolo, al Concorso nazionale Naxos di Taormina e Messina del 1970. A giudizio della commissione esaminatrice dalle pagine di Angeli senza paradiso “scaturisce limpida e chiara la squisita sensibilità artistica dell’autrice che, attraverso il dipanarsi delle diverse situazioni, siano esse patetiche o gaie, riesce a stimolare e sottolineare la nobiltà d’animo dei bambini......

 Perla Panetta ha scritto ed illustrato per le figlie di S. Paolo, dal 1958 al 1962, e tradotte in sei lingue e giunte alla V edizione con una tiratura di ben trentacinque mila copie, oltre ai filmati, “Leggenda di Pasqua”, “Leggenda della Befana”, “Il Palloncino Rosso”, “Il Piccolo violinista”, “Leggenda della Via Lattea”, “Leggenda dei funghi colorati”. Si tratta di letture consigliabili ai bambini in quanto pregne di contenuti altamente educativi. 





















































1 commento:

  1. Gli affreschi sono belli. Ed anche le illustrazioni per bambini hanno dei bei colori vividi e sono caratterizzate da quel non so che di tradizionale che piace e ricorda Miki e Mariapia

    RispondiElimina