lunedì 1 luglio 2013

Plumeria, pomelia o frangipane

 
Rubra acutifoglia



Giunta in Europa fin dalla metà del "700 per mano degli inglesi,la plumeria si è poi diffusa in Sicilia, dove si è acclimatata perfettamente.
Arrivata inizialmente a Palermo, nell'antichissimo Orto Botanico, dove tutt'oggi ne esistono degli esemplari vecchissimi, si è poi diffusa per tutta l'area palermitana per poi essere presente in tutte le coste della Sicilia. Immaginando di passeggiare per le vie di una splendida Palermo dei primi "900, saremmo stati ammaliati dal loro profumo, dolce, delicato, e agrumato, richiamando alla mente note speziate, di cannella, vaniglia, rosa selvatica e gelsomini.
Non vi era nobile palazzo che non ospitasse sui balconi, affacciati sul prospetto principale, vasi di "Pomelia"... ricoperta in estate di fiori morbidi e carnosi, di un bianco panna e con un raggio di sole nel loro cuore! Nei giorni di festa poi, tanti ragazzini, vendevano alle nobildonne, che passeggiavano per il centro di Palermo, mazzetti di "Pomelie" confezionati con nastrini e merletti.
Col tempo questa prima varietà di acutifolia ha iniziato a caratterizzarsi per fiori sempre più grandi, petali arrotondati e completamente sovrapposti quasi a formare un cerchio chiuso; si è iniziato così ad identificarla come una varietà a se stante, la Plumeria Palermitana.

Plumeria rubra "Palermitana a fiore tondo".
Oggi in Sicilia ne sono diffuse principalmente 5 varietà di acutifolia:
Diversi anche i significati e che i vari popoli gli attribuiscono: i tailandesi usano piantarla vicino alle tombe e ai templi sacri, ma sono restii a tenerla in casa considerandola pianta sacra.
 I Polinesiani invece la considerano simbolo di immortalità e di buono auspicio, tanto da usarne i fiori per confezionare delle collane da regalare (o vendere...) ai visitatori in segno di amicizia ed accoglienza.
  
Ibrido di rubra a fiore doppio, e ibrido di 'Rainbow'.

Se  camminate con il naso all'insù per le strade di Palermo, troverete un sacco di balconi adornati da queste meravigliose piante e i suoi fiori bianchi profumatissimi.
Il fatto che a Palermo la pomelia non stia in casa ma in balcone non è proprio un caso!
Si dice che una madre che possiede una figlia femmina, non può tenere la pomelia in casa.
Perchè?
Perchè se no la figlia non si sposa.
Tutti dicono di non credere a questa leggenda ma chissà perchè i balconi di Palermo sono pieni di pomelie profumate ed in casa neanche l'ombra...


Il termine "Frangipani" come più comunemente è chiamata questa pianta deriverebbe da un famoso profumo, molto diffuso nel XII secolo, creato dal un nobiluomo italiano Muzio Frangipani, in quanto la fragranza dei fiori di Plumeria ricordava appunto questo profumo.
Il Frangipani è coltivato praticamente ovunque, dove le condizioni climatiche lo consentano. Ad esempio in India è chiamata "Pianta del tempio" perchè i suoi fiori sono portati come offerta nei templi; nelle Hawai è normalmente usato per fare ghirlande da donare agli ospiti in segno di amicizia e di pace e per adornare le feste di nozze.




-secondo una tradizione delle Maldive, il frangipane rappresenta il ‘fiore del tempio’, ossia delle divinità locali e le isole ne sono infatti piene, del suo colore e del suo inebriante profumo. Tipicamente se ne trovano anche nei pressi delle moschee, e in generale intorno ai luoghi di culto.
-secondo alcune antiche leggende, il fiore del frangipane ha il potere di annullare le distanze, e di ridurre l’intervallo tra lo spazio e il tempo; in tal modo proietta la mente in spazi immaginari attraverso la seduzione del suo profumo. Il suo punto di forza non è infatti solo ‘l’aspetto fisico’ ma anche e soprattutto il suo effluvio, dalle tinte forti e avvolgenti
 -secondo la tradizione orientale, l’albero del frangipane è immortale, perché i suoi fiori sbocciano anche dopo il taglio dei rami




Esiste un'altra pianta che in Australia viene chiamata Frangipani natale ma in realtà non è una Plumeria è l'Hymenosporum flavum (foto sotto) appartenente alla famiglia delle Pittosporaceae


9 commenti:

  1. scusate,potete dirmi dove posso acquistare una Palermitana a fiore tondo,grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi permetto una risposta,da siciliana.La Pomelia,o Frangipane,di solito viene regalata:chi la possiede pianta un rametto che poi,appena attecchisce,viene regalato,in vaso.E' un dono,simboleggia fertilità,continuità,amicizia( ricordiamo le collane regalate in segno di benvenuto).

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  2. no, mi dispiace. tutto quello che so, l'ho trovato in internet. Non c'è un vivaio dalle tue partoi? loro dovrebbero saperlo!

    RispondiElimina
  3. Domani la sposto subito in balcone!!

    RispondiElimina
  4. Grazie delle spiegazioni, Chicchina! E' una bella pianta, con un bel significato!

    RispondiElimina
  5. Arrivata per caso,trovo un blog che mi piace e spero di passare spesso a leggerti.Sono appassionata di curiosità botaniche,in particolare di semi e portasemi strani.Sono strana anch'io,forse..Ciao

    RispondiElimina
  6. be' se cerchi sotto la voce fiori trovi tutti i post che abbiamo pubblicato al riguardo. Comunque spero ti piaccia anche il resto.....
    Anche noi avevamo incominciato come monotematiche, ma poi....gli interessi sono tanti!

    RispondiElimina
  7. Ho una Plumeria favolosa,portata dalla Spagna.Il motivo che la Plumeria viene lasciata sul balcone è solo perchè ha bisogno di tanta luce da primavera alla fine dell'estate,mentre viene riposta in penombra quasi al buio per tutto l'inverno.

    RispondiElimina