venerdì 26 ottobre 2012

Classe, stile ed eleganza

Su una pagina di facebook,"lo charme è un nodo da stringere con stile", c'è tutta una sezione dedicata all'eleganza. Molto interessante per me e, ci scommetto, per qualsiasi donna. Almeno sapere che cosa è considerato elegante e che cosa no, piace a tutte, anche se poi, mettere in pratica certi dettami è tutt'altra cosa.
Vediamo cosa dicono gli addetti ai lavori, cominciando da Valentino:
 L'eleganza è l'equilibrio tra proporzioni, emozione e sorpresa.

Secondo me questa frase subillina non dice nulla, al di fuori del fatto che certe proporzioni nell'abito vanno rispettate. Sono d'accordo. Ma emozione e sorpresa cosa c'entrano? Non sono sentimenti personalissimi e non universali?

 
Non so chi sia questo signor Elbaz (scusate l'ignoranza), che dice una cosa interessante: elegante non è ciò che indossi, nè come lo indossi, ma piuttosto è  riferito a chi tu sei. Ma...CHI bisogna essere per essere eleganti?

 

 
Coco Chanel, universalmente riconosciuta come la massima autorità in fatto di eleganza, ha dato queste definizioni:
 
L'eleganza non è la prerogativa di chi è appena uscito dall'adolescenza, ma di chi ha già preso in mano il proprio futuro.
 
Una donna può essere "troppo vestita", ma non "troppo elegante".
 
L'eleganza non consiste nell'indossare un abito nuovo.
 

L'eleganza è il lusso. Il lusso è l'opposto della volgarità, l'opposto dello status. E' l'abilità di vivere essendo se stessi. E' la libertà di rifiutarsi di vivere nell'abitudine. Il lusso è libertà. Il lusso è eleganza. La vera eleganza è il rifiuto.
 
Concordo con le prime tre affermazioni, mentre non capisco a fondo l'ultima. Forse andrebbe vista in un contesto più ampio.
 
 
Yves Saint Laurent:
 
 
 
Ciò che è importante in un vestito, è la donna che lo indossa.
Mi piace!Ma anche lui non dà indicazioni precise.
 
Diana Vreeland:
 
 
L'eleganza è innata. Non ha niente a che fare con l'essere ben vestita. L'eleganza è rifiuto.
 
Finalmente qualcuno che ci spiega a chiare lettere che l'eleganza o l'abbiamo per nascita o non l'avremo mai. E anche lei parla di rifiuto. Rifiuto, immagino, di canoni prescritti.
 
Henry Waldsworth Longfellow:
 
 
 
 
 
Nel carattere, nei modi, nello stile, in tutte le cose, la suprema eccellenza è la semplicità.
 
Potrebbe sembrare strano, ma è verissimo!
del resto questo l'aveva già detto uno molto più autorevole:
 
Leonardo da Vinci
 










La semplicità è l'estrema forma della sofisticazione.

E cioè: siate semplici e sarete sofisticate. Non credo sia così facile. Non sempre. Anche se non oserei mai dar torto a Leonardo!

 
 
 
La pagina di facebook poi, riporta altre affermazioni, ma senza dire da chi sono state fatte.
 
Classe, dignità ed eleganza non saranno mai fuori moda.
 
VERO!!!
             Eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare.

Su questo possiamo impegnarci tutte, anche se non abbiamo quel certo non so che innato.

 
La moda può essere comperata, lo stile deve essere posseduto.
 
E dai che si torna con la faccenda dell'innata qualità.
 
 
 
La moda è ciò che comperi, lo stile è ciò che fai di quello che hai comperato.
 
Questo è chiaro e si può imparare.
 
 
  
Alla fine di tutto, tirando le somme, dobbiamo dedurre che o abbiamo la fortuna di possedere per natura la classe e l'eleganza, oppure possiamo impegnarci a fondo ad essere semplici, non volgari, non vistose e soprattutto ad essere noi stesse  e allora, forse, saremo accettabili!!! Ma eleganti e di classe......NO!






Il sunto della pagina facebook è questo:

"Secondo il vocabolario questa parola che deriva dal latino eligere, scegliere, dà come aggettivo"elegante"  e si dice di atto o di persona che ha insieme grazia e semplicità, cura e buon gusto, senza affettazione o eccessiva ricercatezza.
Elegante è il singolo e non la moda a cui egli si adegua.
Se l'abito è inadatto alla persona, per quanto conforme ai dettami della moda e disegnato dal miglior sarto del mondo, risulterà sempre inelegante.
Il principio è che ognuno deve adeguare gli abiti alla propria figura e personalità e non se stesso alla moda.
L'eleganza è quella dote naturale che, chi non ce l'ha,non se la può dare, l'eleganza è innata. L'eleganza è un atteggiamento, non è legata ad un capo di vestiario! Si può imparare ad essere vestiti bene, ma non necessariamente si impara ad essere eleganti. Ci si muove in un certo modo, ci si siede in un certo modo. Le mani, il viso hanno un atteggiamento elegante nelle movenze.
La persona che, vestita con proprietà e perfettamente a suo agio nell'abbigliamento che indossa, si muove con naturalezza, è sempre uguale a se stessa, non corre rischi di imbarazzo nè disagio, perchè i suoi abiti, oltrechè a lei conformi, sono appropriati all'occasione.
In realtà l'eleganza femminile non è formale, ma creativa, per cui non ha regole che non siano quelle del risultato estetico finale.
Tuttavia l'eleganza non deve essere soltanto una patina, una vernice, una maschera da indossare per apparire, ma una qualità dell'individuo."





Giusto. L'unica cosa che mi pare strana è che tutte le immagini riportate sulla pagina, sono di donne magrissime. Allora mi chiedo: non esiste una signora oversize, o semplicemente con la quarta di reggiseno, che abbia innata in sè l'eleganza? Ho posto la questione alla ragazza che è titolare della pagina, Roberta, e sono curiosa di vedere se accetta la sfida che le ho lanciato e se trova un'immagine consolante per noi che siamo "più". Vi terrò al corrente.

Per il momento deduciamo che  ciascuna di noi deve trovare lo stile che più si addice alla sua figura e al suo carattere; deve ricercare la semplicità e fuggire da ciò che è vistoso. Così anche in mancanza di quel quid innato, non faremo figuracce.
Comunque eleganza e classe, non sono sinonimi di bellezza, charme, fascino, stile e simpatia. Possono coesistere e allora avremo una persona favolosa, ma possono anche esserci separatamente un po' in una e un po' nell'altra persona. Per fortuna.....e non dimentichiamo che:


 
Quello che fa di te una signora, non è il tuo vestito, ma il modo in cui tratti gli altri.




 






 
 
 
 
 

 







 


6 commenti:

  1. Bellissimo post e grazie per aver citato la mia pagina. Scusa tanto se arrivo con parecchio ritardo. Accetto la sfida e troverò per te delle belle immagini di donne eleganti e formose.
    Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come potevo non citarti, dopo che ti ho abbondantemente derubato??

      Elimina
  2. Risposte
    1. adelegelfi@gmail.com Grazie mille!!

      Elimina
  3. Merci pour ces magnifiques citations, malheureusement tellement peu appliquées aujourd'hui. Michèle

    RispondiElimina