venerdì 22 novembre 2013

La Peppa Pig

Essere nonna è una grande opportunità per rimanere aggiornata e non perdere il passo con i passatempi dei bambini. Se non avessi una nipotina, mi sarei persa film bellissimi come Il principe ranocchio e Rapunzel e sarei ancora ferma alla Pimpa, a Hallo Spank,  e ai bellissimi Puffi tanto amati da Gabriele. Non tutto quello che passa oggi la tv mi piace, per esempio Pucca e Garu, che Beatrice adora, mi sembrano orrendi....ma anche in passato non mi piaceva proprio tutto quello che vedevo.
Tra i cartoni di oggi quello più tenero e simpatico è la Peppa pig, con la sua bella famiglia : mamma pig, papà pig e il fratellino George.




La Peppa è diventata un fenomeno mondiale in breve tempo: i bambini l'hanno subito adorata e il merchandaising a lei collegato ne ha fatto una star internazionale, arricchendo a dismisura i suoi inventori: Phil Davies, Mark Baker e Neville Astley.




 " Peppa Pig è una maialina di 5 anni che vive assieme ai genitori e al fratellino George. Come ogni bambino della sua età, Peppa ama giocare con la sua migliore amica, andare a trovare i nonni, saltare nelle pozzanghere di fango, andare in bicicletta, fare versi buffi e combinare pasticci. Ma alla fine, risolti i guai in cui si ritrova, riesce sempre ad imparare qualcosa di nuovo e a insegnare qualcosa di utile ai piccoli telespettatori che la seguono da casa! Quello di Peppa Pig è un mondo rassicurante, pur rimanendo sempre spiritoso e divertente. Tutto è raccontato in modo sereno, ma non esageratamente edulcorato: l'amicizia è una cosa bellissima, ma qualche volta si può anche litigare; mamma e papà sanno sempre cosa fare, ma a volte sbagliano anche loro; e così via. Ovviamente, il lieto fine è assicurato "(http://www.ansa.it/web/notizie/specializzati/lifestyle/2013/11/14/Tutti-pazzi-Peppa-Pig_9626586.html)





"Scene di vita quotidiana. Cose che capitano in tutte le famiglie. È questo il bello di Peppa Pig. «In tv i bambini rivedono ciò che vivono ogni giorno nelle loro case», racconta Ignazio Licciardi, docente di Pedagogia all’Università di Palermo, che ha più volte affrontato il tema del valore pedagogico dei personaggi dei cartoni animati. «Va anche detto - aggiunge - che Peppa Pig si fa portatore di valori che sono fondamentali nella vita dei più piccoli: l’idea di famiglia, di amicizia, l’importanza della scuola. Un aspetto che non può essere trascurato». "(http://www.lastampa.it/2013/11/09/societa/tutti-pazzi-per-peppa-pig-cartone-animato-dei-record-GUVnvlSgVskU7INAkhJF8L/pagina.html)




"Ma qual è la chiave del successo di Peppa Pig nel mondo? Se lo chiedono in tanti, anche il Financial Times che al fenomeno ha dedicato persino un’inchiesta. Secondo molti sociologi e psicologi dell’infanzia, il motivo principale per cui i bambini vanno pazzi per questa maialina, che vive spensierata con la sua famiglia e coi suoi amici, sta nel fatto che la serie è altamente rassicurante.
I dialoghi sono semplici, estremamente chiari e lineari. Inoltre, in un’epoca dove regna il tridimensionale, i disegni bidimensionali di Peppa Pig trasmettono grande sicurezza, sono facilmente interpretabili dai bambini che riescono con immediatezza a decifrare il contesto in cui si inseriscono le storie della protagonista.
 Infine i colori accesi trasmettono allegria ai piccoli telespettatori che riescono a divertirsi con poco: basta qualche grugnito dei maialini, qualche rotolata collettiva nel fango e scappano le risate. 




E poi non c’è solo Peppa Pig: ci sono papà e mamma Pig, il fratellino George e tanti amici simpatici come Pedro Pony, Rebecca Coniglio, Danny Cane ed Emily Elefante. Una combriccola niente male che in cinque minuti (la durata di ogni episodio) tiene incollati allo schermo un sacco di bambini."(http://www.lettera43.it/cultura/peppa-pig-un-successo-da-record_43675113661.htm)




Nessun commento:

Posta un commento